#IDIECI: AD OGNUNA IL SUO CARDIGAN

La parola cardigan viene spesso associata a figure un po’ “old” tipo la secchiona o la nonnina. Come per ogni cosa però, se indossato nella maniera corretta, il cardigan può diventare un ottimo alleato nei momenti di crisi da che-mi-metto? e infatti rientra tra i dieci capi immancabili nel nostro guardaroba. (Gli altri nove li trovate tutti elencati qui)

LO SCALDACUORE

Lo scaldacuore nasce da due mondi diversi: la danza e l’intimo. Serve alle ballerine per mantenere i muscoli delle spalle calde mentre allenano le gambe e lo indossano le donne sopra la sottoveste nei periodi in cui la vestaglia diventa troppo calda. Da anni è ormai entrato anche nel nostro guardaroba, sia come utilizzo giornaliero che serale o sopra abiti da cerimonia. Credo sia stato uno dei capi più gettonati tra fine anni ’90 e primi anni del 2000. Io ne avevo di tutti i colori!

la redoute coprispalle

PER CHI? E’ perfetto per chi ha una sproporzione tra busto e gambe, dove il busto è leggermente più lungo, dato che taglia in due la figura e la “accorcia”. Lo sconsiglio alle donne mela, dato che segna proprio l’inizio di un ventre prominente, alle donne triangolo invertito – visto anche che mettere in risalto le spalle è proprio la cosa che ci interessa meno. E’ ideale per le donne rettangolo e pera, soprattutto se le maniche sono per esempio a palloncino o decorate, così da creare volume e bilanciare le proporzioni.

COME? Con abitini anni ’50, sopra tute troppo estive, canotte e top a fascia.

 

CARDIGAN CLASSICO

Uno di quei capi che solitamente, trovato il modello giusto, si possiede almeno nei tre colori principali/base: nero, bianco, grigio. E in effetti non è neanche una cattiva idea, se non fosse che andrebbero utilizzati con stile.

hm 9.95

PER CHI? Il cardigan classico va bene su tutti i tipi di fisico, nessuno escluso. Con lui non si sbaglia. Se avete un decolletè importante preferite uno scollo quadrato o a V mentre se volete enfatizzare un seno più piccolino preferito lo scollo rotondo e profondo.

COME? Ogni tanto sdrammatizzate la sua severità con degli accessori colorati o etnici oppure abbinate a delle maglie basiche dei cardigan con fantasie e ricami più particolari ma sempre dalla linea classica.

CARDIGAN LUNGO

Arriva fino a fianchi e spesso anche più. E’ lavorato, liscio, colorato, traforato, a fantasia, con tessuti intrecciati, cinturini o senza bottoni. Insomma il cardigan lungo spazia davvero dal più classico e pass-par-tout a quello più elaborato.

hm 12.95PER CHI? Per le donne pera innanzitutto. Per le donne mela va bene solo nel caso in cui si sia anche abbastanza alte, dunque si formose ma anche slanciate, altrimenti l’effetto-puffetto è dietro l’angolo, perfetto invece se si ferma sui fianchi ed è abbastanza morbido. Va benissimo anche per le donne triangolo invertito, soprattutto se il cardigan è in maglia o presenta dei decori nella parte inferiore del capo. Per le donne rettangolo va benissimo il modello senza bottoni con motivi e falde arrotondate che creano delle linee dove in realtà non esistono.

COME? Qui veramente ci si può sbizzarire, terrei una piccola regola soltanto a mente: più forme abbiamo meno pesante deve essere il cardigan, più siamo magre più possiamo divertirci con colori e intrecci di tessuti.

————————————————

Avete aggiunto il giusto cardigan alla lista dei prossimi acquisti? Io ho già acquistato quello che trovate come copertina del post!

Giuliana Piazzese

Palermo

Giuliana è una style coach con tantissime passioni, sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni. Su Inciampando si diverte a dare consigli, trucchi di stile e chiacchierare come farebbe con un gruppo di amiche! E ogni tanto, anche di amici!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>