5 COSE DA NON FARE SE TI VUOI UN PO’ DI BENE

Vi ho già parlato tante volte delle diverse tipologie di fisico, proporzioni e colori che contraddistinguono ognuno di noi. Conoscerli significa scegliere con maggiore cura quello che decidiamo di acquistare e indossare.

Ci sono però cinque cose che nessuno/a di noi dovrebbe fare se si vuole valorizzare al meglio e quindi volersi più bene, a prescindere dalle nostre forme o colori. Vediamoli insieme!

1.  INDOSSARE ABITI DI UNA TAGLIA INFERIORE O SUPERIORE ALLA NOSTRA

abiti_troppo_stretti

Entrare a forza in una taglia inferiore non ci farà sembrare più snelle, al contrario creerà eccedenza di rotolini anche dove non ce ne sono. Invece scegliere una taglia più grande creando di nascondere i difetti servirà solo a renderci più goffe e anche più grasse in alcuni casi. Vestite la vostra taglia, e visto che ogni tanto alcuni negozi non rispettano esattamente le misure, cercate di provare tutto e fate in modo che non ci siano grinze, difetti di cuciture, bottoni che non si chiudono o eccedenze di tessuto (ad esempio dietro la schiena o nelle maniche).

2. INDOSSARE DELL’INTIMO SCADENTE O INADATTO ALL’OUTFIT SCELTO

pantaloni_bianchi_intimo_bianco

Ok, prometto che la prossima foto non riguarderà un sedere! Penso però che questa renda bene l’idea. Quante volte avete assistito ad uno spettacolo del genere? Eppure c’è ancora chi pensa che sotto un pantalone bianco, vada la lingerie bianca. NO. Sotto qualunque cosa sia bianca, va dell’intimo color carne. in questo caso addirittura una culotte color carne avrebbe evitato questo effetto volgare e sciatto. Scegliete bene anche il reggiseno. Sapevate che quello sbagliato può causarvi mal di schiena, dolori muscolari a spalle e collo e addirittura mal di testa? Fate in modo che la parte posteriore del reggiseno non salga formando una curva ma che resti dritta e senza sentirvi soffocare.

Non voglio certo essere contro catene come Intimissimi o Tezenis ma siamo seri, quei reggiseni vanno bene in estate, sotto le maglie colorate, ogni tanto – e se avete un seno piccolo e 15 anni. Un buon reggiseno, rinforzato e avvolgente, con la giusta coppa e le giuste misure sarà il vostro migliore amico, regalandovi un seno bellissimo sotto ogni indumento!

3. LO SMALTO SBECCATO/ROVINATO/MANGIATO SULLE UNGHIE

chipped-nails

Se questa ragazza in foto avesse avuto le unghia più curate e con lo smalto perfetto sarebbe stato sicuramente uno scatto migliore e ci saremmo anche gustate di più questi anelli. Invece lo smalto sbeccato non fa altro che aggiungere sciatteria e poca cura di sé e sono sicura che non è questo il messaggio che volete trasmettere agli altri.

Alcune di voi mi diranno “ma non ho tempo per avere sempre lo smalto perfetto!” Bene, allora non mettetelo! O meglio, mettete il trasparente. Io faccio così quando capisco che non ho tempo di sostituirlo. Lo smalto va via in 3 minuti netti, potete rimuoverlo la sera prima di andare a letto (così fate respirare l’unghia e magari mettete un po’ di crema sulle cuticole) oppure la mattina poco prima di uscire. Lo smalto trasparente si asciuga normalmente in meno di 5 minuti, se lo mettete in maniera veloce e non proprio precisa non è così evidente e soprattutto se si sbecca è più facile da camuffare. Non avete scuse insomma!

4. USCIRE DI CASA CON IL “PINZONE” IN TESTA

john-hurt

Ci passiamo tutte almeno una volta a settimana. I capelli sono ingestibili, non hai avuto il tempo di lavarli o asciugarli con la giusta piega. Così metti il pinzone e via. GIAMMAI! Ormai tra cerchietti, mollettine, elastici, foulard e tutorial per acconciature fai-da-te non esiste al mondo che voi dobbiate uscire conciate così e soprattutto che il mondo debba assistere a questo scempio.

5. IL BLUSH “ALLA HEIDI”

heidi

Purtroppo l’immagine è minuscola ma riassume esattamente il concetto. Andare truccate come tante Heidi non farà di voi delle bamboline ma tante Zia Ietta. Il trucco si chiama trucco perché c’è ma non si vede, diceva mio padre – e aveva ragione. Imparate ad usare i pennelli giusti per ogni prodotto, a sfumare senza creare degli stacchi o delle linee sul volto e soprattutto non impiastricciatevi troppo nella speranza di nascondere i difetti. Se tutto va bene, ne creerete degli altri. Piuttosto regalatevi un make up personalizzato dalla vostra visagista di fiducia e fatevi spiegare passo passo come realizzarlo. Lo sapevate che è uno dei primi servizi che io offro alla mie clienti durante una consulenza d’immagine?

———————————————————–

Se avete qualche punto da aggiungere, qualcosa che vi fa esclamare “Tesoro, ma non ti vuoi un po’ di bene?” osservando la folla, sarò felice di leggervi!

Giuliana Piazzese

Palermo

Giuliana è una style coach con tantissime passioni, sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni. Su Inciampando si diverte a dare consigli, trucchi di stile e chiacchierare come farebbe con un gruppo di amiche! E ogni tanto, anche di amici!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.