PARIGINE: ISTRUZIONI PER L’USO

La maggior parte degli spunti per i miei post vengono da conversazioni con amiche e clienti o da battute rubate davanti un caffè o in attesa di entrare in palestra.

Ed è proprio così che nasce questo post dedicato alle calze parigine!

C’è da dire subito, senza troppi giri di parole e soprattutto strappando il cerotto, che le parigine non sono per tutte le gambe. Mi spiace darvi questo dolore (tanto domani ve ne darò un altro, abituatevi) ma è così.

Ci vogliono delle gambe snelle e affusolate. Non necessariamente dobbiamo essere alte ma ovviamente sarebbe preferibile. Questo perché ogni taglio orizzontale sulla nostra figura tende ad allargarci e tagliarci, rendendoci un po’ più basse.

Le parigine per esempio sono perfette per una sproporzione busto-gambe, dove le gambe sono più lunghe del busto, per riequilibrare.

parigine 1

 

CON QUALI SCARPE SI INDOSSANO LE PARIGINE?

Decolletè sembra sia la prima (e unica) risposta. In realtà non è proprio così. Le parigine sono perfette anche con delle classiche Mary Jane dal tacco 15, con delle francesine con o senza tacco e con gli stivali. A seconda della vostra caviglia scegliete la soluzione migliore.

Una caviglia sottile sarà perfetta anche con una scarpa senza tacco per esempio mentre una caviglia un po’ più robusta vorrà la decolletè senza cinturini – così da slanciare le gambe – o in alternativa anche le Mary Jane con un cinturino basso come queste di Louboutin. Per lo stivale invece abbiamo due alternative: se siete molto alte va benissimo anche il contrasto tipo stivale nero e parigina grigia mentre per le bassine sarà meglio ton-sur-ton così da dare continuità alla gamba!

NO AI TRONCHETTI! E questo vale per tutti, anche per Bianca Balti.

Se siete molto stilose e i vostri outfit hanno una personalità decisa potete anche azzardare dei mocassini o delle parigine senza tacco.

I TESSUTI MIGLIORI

La parigina è bella quando crea un contrasto tra la gamba e la calza, dunque ci vuole un colore saturo, sia che si tratti di calze nere sia che si tratti di altri colori come il viola, grigio o marrone. Niente calze leggermente trasparenti, in nylon chiaro o che non si distinguano quasi dalla calza sotto. Molto bello il contrasto del collant leggermente lavorato e la parigina, come la ragazza in foto con collant a pois e parigine nere.

In pieno inverno poi sono molto belle anche quelle in tessuti pesanti come la maglia, la lana rasata o in vellutino. Creano un effetto spessore che su una gamba molto magra sta benissimo.

E L’OUTFIT?

In questo caso davvero LESS IS MORE. La parigina attira subito l’attenzione e lo sguardo di chi vi gravita intorno, questo significa che saranno quasi le star dell’outfit, andare a caricarsi di altri elementi non ne vale la pena, piuttosto puntate su delle belle scarpe. Se poi, per esempio, optiamo per delle parigine nere e delle scarpe nere possiamo decidere se puntare su una gonna o uno short a fantasia o una felpa/maglia/maglioncino con decorazioni. Volete fare la scelta migliore? Puntate su un abitino!

IL TRUCCHETTO

Una delle cose più fastidiose delle parigine è la continua sensazione delle calze che scivolano giù, oltre al fatto che spesso capita davvero. Se come me non li sopportate molto, oggi esistono moltissimi collant con “l’effetto parigina”, sia in total black sia con le lavorazioni. Io le trovo davvero comodissime, voi le avete mai provate?

Giuliana Piazzese

Palermo

Giuliana è una style coach con tantissime passioni, sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni. Su Inciampando si diverte a dare consigli, trucchi di stile e chiacchierare come farebbe con un gruppo di amiche! E ogni tanto, anche di amici!

5 Comments
  1. bei suggerimenti. le foto 2(calze a pois) e 6 sono secondo me gli outfit più raffinati.
    Mi piacerebbe moto provare, ma non so se questo tipo di calza faccia al caso mio, anche se ho una caviglia molto sottile, non credo che il mio misero 1.53 di altezza (altezza? =)) si sposi bene con le parigine. =(

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>