Come si sceglie il cappello giusto?

Uno dei trend più forti degli ultimi anni, soprattutto per questo inverno 2015/2016, è sicuramente l’utilizzo del cappello, in tutte le sue forme, tessuti e dimensioni.

Ma come si sceglie il cappello giusto per ognuno di noi? A cosa dobbiamo porre attenzione prima di acquistare il nostro preferito? Scopriamolo insieme!

copertina

Innanzitutto dobbiamo tenere in considerazione due caratteristiche fondamentali + 1:

. La Forma del Viso

. I Capelli

. Il colore della nostra Carnagione

Cominciamo dai capelli perché, a prescindere dalla forma del viso, è importante che spuntino da sotto il cappello, anche solo dei ciuffetti o raccolti in uno chignon, non importa.

Chi ha i capelli lisci o mossi è già nettamente avvantaggiato. Io per esempio che sono riccissima, con il viso tondo e con tanti capelli ho tante difficoltà ad indossare un cappello, per non parlare dei berretti in lana che mi fanno somigliare a TeleSpalla Bob. Passiamo alla forma del viso, che è la chiave fondamentale di tutto!

Per scoprire a quale forma del viso apparteniamo possiamo basarci su questi quattro macro gruppi. (Se volete approfondire e scoprire quale è il taglio di capelli migliore per il vostro viso, cliccate qui.)

IL VISO QUADRATO

Il viso quadrato presenta dei lineamenti piuttosto duri e geometrici. La necessità principale è addolcire la forma, senza aggiungere dunque altre linee dritte. Potete dunque orientare la scelta su due fronti: i berretti in lana abbondanti, con pon pon o un po’ cascanti, oppure il classico fedora dalla tesa media larga. In quel caso la profondità del cappello e la linea dritta della tesa riuscirà ad “accorciare” il viso e dunque rimpicciolirlo. Ottimi anche i cappelli dalle falde larghe e cascanti che creano onde morbide ed sofisticate.

IL VISO OVALE

Il viso ovale un po’ allungato deve decisamente accorciarsi “otticamente”. Dunque si a cappelli dalle falde larghe ma rigide e no alle falde troppo cascanti. Si anche in questo caso a berretti in lana cascanti e abbondanti, no a cloche e baschi.

IL VISO TONDO

Il viso tondo, piccino, tende a scomparire sotto il cappello. Se poi abbiamo anche dei capelli lunghi o troppo “protagonisti” rischiamo proprio di essere fagocitate dal cappello! Non tutto è perduto però! Dunque vediamo un po’ quali modelli potrebbero andare bene: sicuramente il classico borsalino dalla linea asciutta, falde strette e rigide e taglio maschile. I berretti in lana sono difficili da indossare, io per esempio li evito accuratamente perché ho i capelli voluminosi e ricci. Se però i vostri capelli sono lisci, con il viso tondo potrete anche permetterveli. Magari sceglieteli un po’ particolari e con la fascia doppia sulla fronte, così da disegnare una linea dritta.

IL VISO A CUORE

Qui abbiamo non solo un viso piccolo ma anche dalla forma irregolare. Così dobbiamo non solo far “respirare” il viso ma anche addolcirlo. Via libera a baschi, coppole e borsalino dalla tesa stretta e tonda. Un piccolo trucco potrebbe essere portare il cappello un po’ su un lato invece che dritto, così da tagliare il viso e mostrare un’altra “prospettiva” creando un effetto ottico diverso!

Christys' € 58.99 coppola

IL TURBANTE

Il turbante non rientra tra i cappelli veri e propri, ad oggi è in realtà più un accessorio, come una bandana o una fascia, ed è di forte tendenza. Ha fatto capolino questa estate, adesso in inverno troviamo tantissime variante in velluto e lana ma è per tutti?

No. 

Prima ancora della forma del viso o dei capelli, il turbante richiede un’attenzione particolare ai dettagli e alla scelta dell’outfit. Se tutto non è coerente infatti, il rischio è di sembrare delle caricature e non delle ragazze attente alla moda e alla sua storia. Ci vuole disinvoltura e stile per indossare un turbante dunque, quando lo acquisterete siatene assolutamente certe e pensate, prima di provarlo allo specchio, ad almeno 5 combinazioni con il quale lo indossereste. Se le possedete già allora fate pure, contrariamente pensateci perché probabilmente poi non lo indosserete mai!

COME SCELGO IL COLORE?

Esprit 34.99 borsalino classico

Proprio per l’accostamento al viso, il colore del cappello va assolutamente scelto tenendo presente la nostra palette colori. Se il colore che tanto amate non fa parte della vostra palette potete sempre sceglierlo per la fascetta del cappello, per decorarlo, e non per il colore principale. Potete controllare qual è la vostra palette di riferimento cliccando qui!

E TUTTO IL RESTO DELL’OUTFIT?

Il cappello è un accessorio molto forte e protagonista, soprattutto perché sta accostato al viso e perché come dimensioni spesso lo supera, contrariamente agli orecchini o alle collane. Per questo motivo se decidiamo di indossare il cappello sarebbe meglio che il resto dell’outfit fosse leggero e indicato allo stile che abbiamo scelto. Niente sciarpe multicolor e cappello in tinta o piumini con sciarpe e cappello. Se riusciamo a lasciare il collo libero sarà ancora più bello. L’utilizzo di sciarpa e cappello infatti non fa altro che “chiuderci” all’interno di una morsa e il nostro povero viso scomparirà. Non caricate troppo l’outfit di accessori e richiami.

Piccola nota a margine: buongusto vuole che il cappello venga tolto all’interno dei locali pubblici o a casa di qualcuno. Per questo motivo, assicuratevi che i vostri capelli non subiscano “danni” ed eventualmente siate pronte a rimediare con i dovuti accessori!

Si, ho seri problemi con le persone spettinate, non posso farci nulla!

 

Giuliana Piazzese

Palermo

Giuliana è una style coach con tantissime passioni, sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni. Su Inciampando si diverte a dare consigli, trucchi di stile e chiacchierare come farebbe con un gruppo di amiche! E ogni tanto, anche di amici!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>