Inciampando a…Mykonos: se hai più di 30 anni!

Mykonos: isola di perdizione per ragazzini poco più che maggiorenni, isola dei gay, isola del sesso sfrenato, isola buona solo per le discoteche in spiaggia.

NO.

Se tutte le volte che vi viene il desiderio di andare a Mykonos anche a voi vengono dette delle cose del genere, e soprattutto se anche voi come me siete già sulla trentina, allora continuate a leggere, poi andate a prenotare l’aereo e fare la valigia, salutando con un bel CIAONE tutti quelli che a Mykonos non ci sono stati ma sanno tutto (Brutta razza i tuttologi).

Mykonos è una delle isolette più belle dell’arcipelago greco, sicuramente una tra quelle più affollate e piene di vita. Si è vero, è una meta molto ambita dai giovani e si, ci sono le discoteche in spiaggia che si attivano già alle 5/6 del pomeriggio ma per fortuna non è tutto qui.

Cominciamo però sin dall’inizio, pronti? Andiamo!

[Il video-riassunto del mio viaggio a Mykonos lo trovate cliccando qui!]
[Per le info complete invece continuate a leggere.]

IL VOLO

Io e la mia amica abbiamo volato da Palermo a Bari e da Bari a Mykonos con Volotea, in mancanza di un diretto. Era la prima volta che volavo con Volotea e devo dirvi che mi sono trovata davvero benissimo: puntualità, professionalità a bordo, gli aerei pulitissimi e nuovi e (importantissimo) durante il volo ti lasciano in pace, senza annunci continui o vendite da porta-a-porta. E noi infatti abbiamo dormito tantissimo!

 

Un post condiviso da Giuliana Piazzese (@inciampando) in data:

L’ALLOGGIO

Noi abbiamo alloggiato per una settimana in barca a vela, grazie ai ragazzi di Mykonos Magic Sail. Un’esperienza incredibile che ripeterei all’infinito. Certo dovete essere pronti a bagni dagli spazi decisamente ristretti, camminare h24 a piedi scalzi, addormentarvi cullati dalle onde e a svegliarvi con la luce del sole ma sono certa che fare colazione ogni giorno con il rumore del mare e avere sempre questa sensazione di “libertà” che solo la natura sa dare vi ripagherà di tutte le eventuali scomodità. Io non ho sofferto neanche per un attimo, però il mio amore per il mare ormai lo conoscete quindi provate ad immaginare la mia gioia per una cosa del genere!

Inoltre avrete la possibilità di fare un tour in barca a vela con delle ottime guide che vi racconteranno la storia, con del buon cibo, musica e ottima compagnia. Io ve lo consiglio. A parità di spesa, con un classico hotel o b&b, secondo me è un’esperienza da provare almeno una volta nella vita! Se volete contattarli, anche solo per un tour giornaliero, trovate la pagina facebook qui: https://www.facebook.com/mykonos2015/.

 

Un post condiviso da Giuliana Piazzese (@inciampando) in data:

COME MI MUOVO A MYKONOS?

Noi, come tutto il resto del mondo, abbiamo affittato uno scooter. Ecco due consigli, anzi tre:

  • Se potete prenotate online il vostro scooter. Pagherete la bellezza di 10/15 euro in meno AL GIORNO e sarete certi di non rimanere senza.
  • Scegliete per almeno un 125cc, evitate i quod (sono fighi ma scomodissimi) e i 50cc. Mykonos è fatta di tante salite, il cinquantino potrebbe arrancare.
  • Non prendete la macchina: il traffico ragazzi, i posteggi. Lasciate perdere. Scooter e si vola!

COSA METTO IN VALIGIA?

E’ un’isoletta, dunque tutto il giorno almeno fino alle 21.00 sarete in costume da bagno. Portate un bel costume intero per le feste in spiaggia o in piscina (vi farò vedere più avanti), un bel copricostume (a meno che non vogliate acquistarlo li, in pizzo bianco meraviglioso) e tante ciabattine. Ragazze vi sconsiglio fortemente i tacchi, soprattutto per via del pavimento che non è per niente omogeneo, rischio storta alla caviglia in pochissimi secondi. Per gli uomini invece è obbligatoria almeno una camicia bianca, se volete entrare in alcuni locali è il minimo. Inutile dirvi di lasciare abbastanza spazio in valigia per lo shopping!

Per ogni evenienza portate con voi un pantalone lungo, una giacchetta in cotone e anche una giacca a vento di quelle sottili che diventano piccole piccole ma vi salvano in caso di forte vento – a noi è successo gli ultimi due giorni e faceva freddo, all’improvviso!

 

SPIAGGE

Avete già fatto il vostro tour in barca a vela e adesso volete andare in giro per le spiagge di Mykonos ma non sapete quali scegliere? Ecco dove siamo state noi, che per fortuna vostra abbiamo girato ogni giorno un posto diverso: spiagge per ragazzi, per famiglie, relax, nudisti, ecc. Vediamo la prima, Elia.

La spiaggia e il mare di Elia Beach sono davvero belli. Potete prendere i lettini per circa 30 euro (per due persone) e scegliere anche se mangiare e bere qualcosa lì. Mykonos non è economica, che questo sia chiaro, dunque quando vedrete il menù di questo lido e vi dirò che come prezzi siamo nella media, capirete di cosa sto parlando. Il personale è gentilissimo e i lettini sono ultra comodi. Noi abbiamo anche fatto un giro nei dintorni e abbiamo scoperto che poco più avanti (guardando il mare, a destra) c’è una scogliera dove si trova una piccola caletta per nudisti, mentre la fine del lido espone una bandiera arcobaleno ben visibile. In realtà già in quella parte di lido potreste trovare qualche nudista.

Il mare è fantastico, cristallino, ricco di pesci e…freddo, ma questa è una costante del mare di Mykonos.

Altra spiaggia, più adatta a chi cerca del relax e a chi ha una famiglia è quella di Platis Gialos (o Yialos). Qui trovate i lettini anche a 20 euro per due persone, quindi più economico anche se meno “raffinato”. Quando siamo andate noi purtroppo era abbastanza ventoso, così il mare era agitato e quindi niente bagno. Il posticino però è molto carino e ben fornito di bar, ristoranti e supermarket. Una piccola conchetta con scogli a picco sul mare, davvero suggestiva!

Purtroppo non ho foto o video di questa spiaggia però vi mostro l’hotel 5 stelle che era proprio di fronte a dove noi abbiamo preso i lettini. Tutte camere con piscina privata fronte mare. Meraviglia.

 

Una spiaggia da ricconi è quella di Principote Panormos, dove i lettini costano anche 80 euro per due persone. Si, avete letto bene. E noi infatti ci siamo spostate accanto, nella spiaggia libera. Spiaggia dove dovete assolutamente andare: il mare cristallino, una scogliera tutta da girare e questo lido dal quale arriva musica e gente vestita rigorosamente di bianco. Che fa sempre molto Grecia-Chic.

Intorno alle 18/19.00 cominciano dei piccoli party ma tanto voi non sarete invitati, quindi fate come noi e spostatevi al Super Paradise Beach.

Attenzione SUPER PARADISE, non Paradise. Il Paradise è per ragazzini che si ubriacano al secondo vodka e redbull ma si schizzano di Moet Chandon, che altrimenti come te le fai le foto?

Al Super Paradise trovate comunque un bellissimo mare, quindi vale la pena anche dedicargli una giornata, e anche qui potrete scegliere tra lettini e spiaggia libera. Alle 18.00 si comincia a ballare fino alle 22.30 circa (poi rimanere è da cafoni). Fate molta MOLTA attenzione alla vostra roba, soprattutto alle scarpe. Io sono tornata senza le ciabatte e sia io che la mia amica senza asciugamano. Chiaramente siamo state fortunate, non perdete d’occhio le borse, mai.

 

Altro lido dove siamo state, anche se non è una spiaggia, è il Santanna. Un posto bellissimo, piscina d’acqua salata e musica lounge/house tutto il giorno. Qui potete portarvi il cambio, usufruire delle bellissime docce con spogliatoio che si trovano all’interno e sfoggiare un bel look da “sunset party”. I costi sono un po’ più elevati, per intenderci, ho pagato un gin tonic 18 euro. Così, per farvi un’idea.

 

VITA NOTTURNA E RISTORANTI

Di questo Mykonos è davvero ricca, talmente ricca da perdersi. Non vi basterebbero neanche 2 settimane per girare tutti i localini e i ristoranti dove mangiare, così vi racconto dove siamo state noi, mangiando Gyros, Souvlaki e insalate greche.

Il Gyros è un piatto molto simile a Kebap (pita greca con carne di pollo o maiale, pomodoro, patatine fritte, cipolla e zatziki), lo trovate a circa 3,50/5,00 euro al massimo in delle paninerie alla buona che si trovano nelle viuzze del centro di Mykonos, Chora. Io l’ho mangiato da Sakis ma ce ne sono diversi. Il Souvlaki invece sono praticamente i nostri spiedini di carne e io vi consiglio assolutamente Pepper,  consigliato anche dai veri greci d’hoc. Ottimo servizio, veloce, cibo buono e forse noi ci saremmo anche saziate con una sola porzione divisa per due.

Ogni tanto abbiamo anche mangiato in barca e una volta abbiamo azzardato una pizza, cosa che non ci perdoneremo mai.

Se proprio avete nostalgia della pasta, ci siamo perse talmente tante volte davanti questo locale che conosciamo la faccia dei piatti a memoria. Non vi assicuriamo nulla però da vedere era proprio bello, magari è anche buono!

 

E se invece avete un buon budget a disposizione e volete mangiare davvero del pesce fresco eccezionale allora dovete andare da Caprice of Mykonos, che si trova alla fine di Little Venice. Guardate che griglia incredibile dove poter cucinare il pesce scelto al banco da voi.

A proposito di Little Venice, faccio una piccola parentesi pre-cena: andare in Grecia significa anche assistere a bellissimi tramonti. Per questo, almeno la prima sera, dovete andare da Scarpa e bere un buon cocktail o una birretta seduti praticamente sul mare e aspettare pazientemente che il cielo si riempia di colori. Poi se volete proprio esagerare potete andare a vedere il tramonto dal belvedere. Noi abbiamo fatto entrambe le cose.

Torniamo al cibo! A fine serata non avete scelta: crepes con nutella. Si ok, le crepes sono francesi ma credetemi, in Grecia sono eccezionali. Noi abbiamo mangiato queste da Trio Bambini. Alle 6.30 del mattino. Ma questa è un’altra storia.

Ed eccoci arrivati al capitolo locali notturni.

Vi dico già di evitare le vere e proprie discoteche, troppo affollate da ragazzini con età media 24/25 anni. Piuttosto scegliete locali come il Santanna, lo Scorpios (ma dovete prenotare giorni e giorni prima o avere qualcuno all’interno che vi inserisca in lista) e il Kalua che si trovano tutti nella spiaggia (bellissima) di Paraga ma andate ben vestiti altrimenti non vi faranno entrare. Andate in questi locali dalle 19,00 in poi. Vedrete che verso le 23.00 tutti si cominceranno a spostare. A quel punto tornate a Chora, mangiate qualcosa e poi recatevi nella via dedicata proprio ai localini notturni dove potrete anche bere un cocktail diverso in ogni locale. Potete optare per il Queen, affollato ma con un’età media di circa 30/35 anni (anche più) e tutti i localini che si trovano nelle vicinanze. Noi abbiamo passato quasi tutta la settimana al Passo Doble, se proprio devo essere sincera: musica latina-reggaeton, ogni tanto anche rock se fate amicizia con il dj e con un bartender davvero bravo. Se volete bere bene e giustificare i prezzi di Mykonos allora bevete lì, noi ci siamo trovate benissimo!

 

Spero di aver raccolto tutti i punti importanti per il vostro viaggio, anche se per me questa vacanza è stato davvero molto di più. La Grecia ha un’energia grandiosa, positiva, solare. Si dice che in vacanza è tutto bello e sicuramente è così ma Mykonos avrà sempre un posticino speciale nel mio cuore (e no, non era la prima volta che andavo).

Cercate di far amicizia con le persone del luogo, chiedete informazioni, studiate un po’ la storia del posto dove vi state recando o, ancora meglio, fatevela raccontare da loro. Vedrete che comincerete a guardare Mykonos, e tutta la Grecia in generale, con occhi diversi. E poi raccontatemi tutto!

E se non avete trovato qualcosa che cercavate in questa mini-guida allora scrivetemi sia qui che sulla pagina facebook di Inciampando, sarò felice di raccontarvi e aiutarvi durante il vostro soggiorno a Mykonos!

Giuliana Piazzese

Palermo

Giuliana è una style coach con tantissime passioni, sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni. Su Inciampando si diverte a dare consigli, trucchi di stile e chiacchierare come farebbe con un gruppo di amiche! E ogni tanto, anche di amici!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>